Per chi non vuole rinunciare al campeggio, al piacere della vita all’aria aperta neppure d’inverno, quando la colonnina di mercurio scende anche sotto lo zero, c’è un’ottima notizia: si può fare, basta essere ben attrazzati. Perchè il campeggio invernale è un’occasione speciale per vivere immersi nella natura tra le montagne innevate e magari frequentare le piste da sci più alla moda, risparmiando anche un po’. Parola d’ordine per i campeggiatori invernali è: isolamento termico. A partire dalla tenda di nylon, magari indiana per evitare eventuali cumuli di neve, con fondo spesso, impermeabile e antiscivolo.

Fondamentale il sacco a pelo doppio strato, doppia imbottitura che non deve essere troppo grande: più spazio significa maggiore superficie da riscaldare e maggiore possibilità di dispersione termica. Sotto il sacco è meglio usare, se lo spazio di trasporto lo permette, un lettino con copertura in nylon oppure tappetini da yoga, supporti o materassini gonfiabili che isolano dal terreno.

Molti accorgimenti per trascorrere notti al calduccio riguardano l’interno del sacco a pelo. Per mantenere una buona temperatura del corpo durante il sonno evitare troppi strati di vestiti addosso, importante è avere quelli giusti: una tuta termica o comunque un abbigliamento sintetico, calze impermeabili e guanti di pile per avere le estremità ben isolate. Come la testa che deve stare preferibilmente fuori dal sacco avvolta da un cappello di pile o ancora meglio dentro un passamontagna. L’umidità prodotta dal respiro infatti altera il microclima interno al sacco e quindi il buon livello di isolamento.

Per finire è bene usare stoviglie di legno, il metallo tende a congelare, borracce di plastica rivestite di nylon, una scatolina di metallo dove conservare i fiammiferi o quanto teme l’umido, un accendino antivento, e le bustine autoriscaldanti per scaldare mani, scarpe e sacco a pelo. Da non dimenticare a casa per il campeggio invernale: borsa dell’acqua calda, coperta termica e fiaschetta per un sorso in compagnia nelle migliori occasioni di outdoor experience.